LA MORA GIAPPONESE

31 Dic

Difficile, pressochè impossibile trovare una giapponese bionda, ma non è di questo che vi voglio parlare, mi occuperò in questo post di un frutto di bosco, che si chiama “mora giapponese”.

Si tratta di una pianta originaria della Cina settentrionale, Corea e Giappone, composta da tralci di colore rossastro coperti da una fitta spinescenza con qua e là qualche spina più evidente.

A causa di questa sua naturale “scontrosità” conquistare la bacche,  piccole, di forma semisferica di colore rosso brillante, tendente al rosso cupo, non è sempre agevole ma dà un sacco di soddisfazioni perchè sono squisitissime, leggermente acidule e consistenti.

Credo che sia vero per i piccoli frutti quello che si dice per i cani che assomigliano al loro “padrone”; così se i “mirtilli americani” sono la grossa e carnosa edizione made in USA dei discreti mirtilli europei e ben incarnano il gigantismo di cui sono affetti negli States, cosi la mora giapponese incarna molto bene lo spirito “minimalista” del “Sol Levante”.

E’ solo con un lavoro attento e delicato che si riesce a “conquistarla”, preferibilmente cogliendola nelle prime ore del mattino, quando le bacche sono ancora umide di rugiada, perchè diversamente si presentano leggermente appicicaticcie. Bisogna fare attenzione alle spine, che però sono ordinate lungo i tralci principali e non scomposte ed invadenti come quelle delle more di rovo.

Il premio per chi le coltiva e le raccoglie con pazienza tuttavia dura a lungo, sia perchè la loro maturazione è scalare e si protrae  per i mesi di luglio e agosto, sia perche è un frutto che ben si presta al congelamento e ad insaporire tutte le macedonie che potrete fare durante il lungo inverno.

Come la mora di rovo, quella giapponese si riproduce con la tecnica del “capogatto”, lo fa spesso anche spontaneamente, per questo motivo ne ho a disposizione qualche pianta che regalo volentieri a chi mi contatta con un commento al post.

Annunci

5 Risposte to “LA MORA GIAPPONESE”

  1. pamela 1 gennaio 2012 a 10:38 #

    Io ioio! La voglio assolutamente! Controindicazioni climatiche? Insomma a premeno campa? Grazie buon anno a tutti pam

    • Cirano 1 gennaio 2012 a 10:46 #

      L’avrai! Nessuna controindicazione climatica, A Premeno campa benissimo. Dobbiamo solo accordarci per il ritiro entro febbraio, prima che riprenda a germogliare.
      Auguri!
      M

      • pamela 1 gennaio 2012 a 10:47 #

        Ok grazie al primo passaggio passo.p

  2. nicoletta 2 gennaio 2012 a 22:40 #

    anch’io la voglio….per favore…
    ciao ciao

    • Cirano 3 gennaio 2012 a 04:29 #

      Va bene, ce n’è per entrambe. Divido le piantine fra voi due e chiudo l’asta. Chi ne vuole ancora dovrà mettersi in fila pe il prossimo anno.
      🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: