Archive | aprile, 2014

IL PAPA IN MEZZO

23 Apr

Leggo sui giornali che Papa Francesco iscriverà nell’Albo dei Santi I beati Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II il 27 aprile 2014. Penso al povero Paolo VI che stava lì in mezzo, lo sento già dire “E io???”

Passi per Benedetto XVI, non è morto e poi non ha a portato a termine il suo mandato, passi per Giovanni Paolo I, durato un battito d’ali di farfalla non ha potuto essere neppure sottoposto al sindacato del “Nucleo di Valutazione”, ma Paolo VI, di cui si dice un gran bene!

Entrambi i neosanti mi stavano simpatici (più il primo, maggiormente di rottura rispetto agli schemi ecclesiastici) ma c’era veramente bisogno di farli santi? Non sarebbe sufficiente ricordarli come “tipi in gamba”, che ne so insieme a Norberto Bobbio o Giorgio Gaber (tanto per giocare in casa nostra)?

Si dice, ma loro hanno fatto il “miracolo”, ci sono delle testimonianze … se è per questo Bobbio ha fatto il miracolo di farmi appassionare alla Politica, quella con la “P” maiuscola, Gaber quello di comprendere il delicato e precario insieme delle relazioni che sono alla base della società. E’ vero sono miracoli avvenuti in tempi lontani, ma ne conservo ancora buona memoria per poterne parlare … se serve sono a disposizione.

Tornando al povero Paolo VI leggo su “Repubblica” che Giovanni Battista Montini vide in anteprima il film “Jesus Christ Superstar” rimanendone colpito: “Raccontare la Passione di Cristo attraverso la musica significa arrivare a parlare di Gesù in tutti i continenti”. Di fatto il papa non si unì alle violente critiche con cui le frange estreme del cattolicesimo tradizionalista cercarono di bloccare la proiezione del film a Roma. Questa circostanza non potrà certamente elevarlo al rango di “Beato”, sicuramente contribuirà a rendermelo più simpatico.

https://www.youtube.com/watch?v=IvVr2uks0C8

AGGIORNAMENTO:

Non l’hanno dimenticato!

🙂

Quando le donne sono peggio …

19 Apr
Candidate sindaco Cristina e Marchionini

Candidate sindaco Cristina e Marchionini

Sono crescito in mezzo alle donne, da bambino un po’ come tutti con la mamma e la nonna.

Da adolescente ho studiato le superiori in una classe prevalentemente femminile e come allenatore di basket, allenavo una squadra di coetanee nel campionato di Promozione.

Mio padre aveva un azienda nella quale chi lavorava era quasi esclusivamente di genere femminile … oltre al sottoscritto, naturalmente.

Dopo gli studi le mie colleghe sono sempre state quasi tutte femmine, quasi sempre migliori dei pochi maschi con i quali ho avuto a che fare.

Ho una moglie, due figlie, una cane e un gatto, anche queste femmine, le prime tre le adoro, le seconde le sopporto … rassegnato.

In questo blog ho più volte parlato di lavoro al femminile, di impegno femminile, di competenza femminile, l’ho sempre fatto con ammirazione, anche con un pizzico di invidia.

Siccome sono “Cirano” e “non perdono e tocco … ” non mi tiro indietro quando c’è da dir male anche delle donne. Dirò dunque che proprio non mi è piaciuto il passaggio elettorale delle candidate, a favor di giornalisti presso l’ex Casa di riposo nella quale sono temporameamente ospitati i profughi africani sbarcati a Lampedusa.

Lasciate questa espressione di un buonismo iconografico e peloso che non sopporto ai politici consumati, che continuino a consumarsi fino ad autodistruggersi, pensate a come costruire, non a mostrarvi, le donne si mostrano sempre, fin troppo, fate. Fate della concretezza il vostro segno distintivo.

Fasce deboli e taglie forti

15 Apr

Grande successo per il torneo CSI che si è svolto sabato 12 aprile a Villadossola, anche noi del gruppo cestistico “Anzianotti” abbiamo fatto la nostra porca figura.

Suddivisi in due squadre, sopra e sotto l’asticella dei cinquanta, abbiamo conquistato le medaglie di bronzo e d’argento.

Il bronzo è andato a “Demi siècle” composta interamente da giocatori over 50. 12 anziani giocatori molto forti (una volta anche con la palla a spicchi ora più che altro nella taglia da 52 in su) dei quali solo 10 si sono presentati all’appuntamento in canottiera e pantaloncini corti.

Demi siècle volutamente fuori fuoco per nascondere i capelli grigi

Demi siècle volutamente fuori fuoco per nascondere i capelli grigi

Vinta la prima partita dopo un supplementare e persa la seconda contro coloro che sarebbero stati i trionfatori del torneo, i nostri over 50 si sono presentati alla finale per il 3 e 4 posto solo in 5 (tre avevano avuto dalla loro casa di riposo il permesso solo per il mattino, mentre altri due si erano attardati a pranzo presso l’agriturismo) di questi Cesare era zoppo per una “Vecchia” (non poteva essere altrimenti) ricevuta su un muscolo in occasione della seconda partita.

Gli avversari potevano essere i nostri figli, avevamo solo una possibilità: rallentare il gioco. L’abbiamo fatto, giocando “alla moviola” tutte le volte che avevamo noi la palla, ogni tanto buttando la coda dell’occhio per vedere se tornavano quelli dell’agriturismo. Con arrivo almeno di due cambi le cose sono andate meglio e sulla sirena finale eravamo ancora davanti di qualche punto agli increduli “ragazzini”.

La squadra “Under fifty”, detta anche “pari opportunità” è stata l’unica a schierare due donne (e che donne!) e soprattutto a tenerne sempre in campo una!

Under fifty

Under fifty

Vinte entrambe le partite del loro girone hanno ceduto soltanto con onore in finale con “Quelli del lago”, uno squadrone imbattibile!

Complimenti a tutti per aver dimostrato che quelle che comunemente sono ritenute “fasce deboli” sono invece una risorsa che dà il meglio di sé quando è necessario.

Alla prossima.

M5

OPERAZIONE “OLANDA”

2 Apr

Accelera la “fuga di capitali” dall’Italia, importanti imprese, una volta legate al capitalismo familiare, hanno negli scorsi mesi preso la via dell’Olanda. E’ di questi giorni la notizia dell’ultima Assemblea della FIAT che si terrà a Torino per approvare il bilancio, dall’anno prossimo, la riunione dei soci FCA  (Fiat Chrysler Automobiles) sarà in Olanda, probabilmente ad Amsterdam.

Prossimamente anche una parte del “capitale umano” di “Casa dei Nelli” prenderà la via del paese dei tulipani. Alice, dopo la laurea di primo livello all’Università di Firenze e una breve esperienza professionale che sta portando avanti con OXFAM Italia, dal prossimo settembre sarà all’Università di Utrecht per un master di due anni in “Sviluppo Sostenibile”.

IMG_4825Auguri!