Tag Archives: Risparmio energetico

EMISSION ZERO. Dimezzare i costi di riscaldamento: si può!

13 Gen

Era un po’ che non facevo un post della serie “EMISSION ZERO”. In questa fredda domenica di gennaio, nella quale mi sono messo a tirare i conti delle spese di gas, ho un motivo per farlo: dopo la ristrutturazione energetica dell’edificio ho quasi dimezzato i consumi!

Per chi non avesse seguito i post della serie “EMISSION ZERO” nel blog, era il 2009 quando “Cirano” e “Rossana” decidono di indebitarsi per una radicale ristrutturazione energetica della loro casa. (tutti i post degli interventi digitando “emission zero” nel motore di ricerca interno al blog).

Gli interventi per il contenimento delle spese di riscaldamento sono stati due: cappotto in sughero da 10 cm e sostituzione della vecchia caldaia con una a condensazione e intergrazione del solare termico.

I nuovi impianti sono entrati in funzione alla fine del 2010, ecco i confronti dei consumi di gas negli ultimi tre anni:

  • 2010    >  2067 mc
  • 2011    >   1275 mc
  • 2012    >   1202 mc

Tenete conto che dopo l’intervento la superficie della casa riscaldata è un po’ aumentata e anche la temperatura (quella delle camere in particolare) è decisamente confortevole. Considerate anche delle detrazioni che stiamo ancora scalando dalle imposte, proprio un buon affare!

Annunci

EMISSION ZERO: APPUNTAMENTO CON IL SOLSTIZIO D’INVERNO

21 Dic

DSC01243

Compie tre anni oggi l’impianto fotovoltaico di “Cirano” e “Rossana”, solo noi potevamo installare un impianto che ricava energia dal sole proprio nel solstizio d’inverno!

Il compleanno è un’occasione per fare un bilancio. Il primo anno avevamo prodotto 4784 kWh, mentre il secondo anno ne avevamo prodotti 5584. Si saranno stancati i pannelli di produrre energia, saranno decadute le cellule al silicio? Nulla di tutto questo, quest’anno di kWh ne abbiamo prodotti 5820.

Produciamo molto di più di quello che consumiamo, dobbiamo continuare a trasferire i nostri consumi energetici sulle fonti elettriche. L’anno prossimo si parte dalla BEPA!

FOTOVOLTAICO ALLA PROVA DEL SECONDO SOLSTIZIO D’INVERNO

22 Dic

I fedeli lettori di Cirano sanno che il compleanno del mio impianto fotovoltaico cade proprio nella giornata in cui vi è meno luce solare. Certamente un caso, non un vezzo!

Impianto in costruzione

Il bilancio del primo anno di produzione lo trovate qui.

Quest’anno invece abbiamo prodotto 5584 kWh (target di riferimento calibrato sulla zona geografica e le dimensioni dei pannelli 4470) E’ stato un anno eccezionale dal punto di vista del soleggiamento, me ne rendo conto, ma ciò non diminuisce la mia soddisfazione per essere andato “a scrocco” del sole 🙂

Stiamo producendo più energia di quella che consumiamo ogni anno, è giunto il momento di spostare i nostri consumi sulle fonti elettriche. Qualcosa abbiamo fatto, ma per la mobilità i prezzi sono ancora proibitivi!

INVECCHIARE COME IL BAROLO

4 Nov

E’ ormai due anni che Cirano, come un buon Barolo, ha deciso di invecchiare in un contenitore chiuso da un “Tappo” di sughero.

Ne uscirà questa sera per raccontare la storia della sua casa “Emission zero” in un incontro pubblico dal titolo “Abitazioni Energeticamente Efficienti” che si terrà alle 21 presso la sede della Riserva della SS. Trinità a Ghiffa.

In realtà quello di Cirano sarà solo sarà solo un intervento come portatore di un’esperienza concreta, il vero esperto della serata sarà l’Ing. Corrado Ciocca.

Mi permetto di consigliare la serata anche a chi vive al di fuori del territorio comunale 🙂

KITEGEN

19 Apr

Il nome ha un evocazione poetica “Kite” (aquilone). In realtà molto più prosaicamente ci interessa la seconda parte del nome “gen” che sta per “generatore”.

Del progetto “Kitegen” me ne aveva parlato alcuni anni fa Daniele, un amico che lavora in ambiente universitario. L’argomento mi aveva colpito ma andava oltre le mia capacità (tecniche?) di comprensione, dunque me l’ero fatto “sfuggire”.

Ho ritrovato lo stesso argomento trattato dal Cristiano nel suo blog e, con la sua grande capacità di comunicazione l’ha reso subito accessibile a tutti.

Ecco dunque il punto sulla vicenda “Kitegen” raccontato da Massimo Ippolito, in una video intervista raccolta da Cristiano e Nicolò.  Prendetevi qualche minuto ma ne vale la pena.

MEGLIO ATTIVI OGGI CHE RADIOATTIVI DOMANI

16 Mar

Dopo il terremoto in Giappone e l’incidente nucleare he ne è seguito il mondo s’interroga sulla sicurezza delle centrali.

In Europa, in particolare, Paesi noti per la loro precisione come la Svizzera viene sospeso il processo di approvazione per tre nuove centrali nucleari in attesa della revisione degli standard di sicurezza. Anche in Germania, tra i leader mondiale per la tecnologia, guidata da un governo di centro-destra, chiudono subito 2 impianti nucleari e viene sospeso per tre mesi l’iter che doveva portare al prolungamento della vita tecnica per altri 14.

Il commissario Ue all’Energia, Gunther Oettinger, ha definito una ”apocalisse” la tragedia in Giappone e viene deciso di effettuare un test di sicurezza sulle centrali nucleari.

In un momento così grave e in questo contesto, il “Paese all’incontrario”, quello in cui viviamo, che al momento è privo di centrali, dopo l’incidente di Černobyl‘ di 25 anni fa, decide di andare avanti sulla strada della costruzione di nuove centrali nucleari.

Lo fa contro l’opinonione nelle Regioni, che queste centrali dovrebbero ospitiare, che già prima dell’incidente giapponese, tutte, di destra e di sinistra, erano state contagiate dall sindrome di NIMBY. Lo fa con il ministro allo sviluppo economico Romani che dichiara che “E’ inimmaginabile tornare indietro su un percorso già attivato” (è risaputo che solo i cretini non cambiano idea). Ma lo fa anche con  il Ministro dell’ambiente Prestigiacomo, anche lei schierata a favore del nucleare secondo le direttive di “Al Tappone”.

Ho volutamente “linkato” fin qui solo notizie d’agenzia per evitare che qualcuno potesse pernsare che volessi dare un “taglio politico” all’informazione. Detto tutto ciò una posizione bisogna prenderla dicendo ancora “NO ALL’OPZIONE NUCLEARE” come abbiamo fatto da ragazzi con i referendum del 1987.

Anche oggi come all’ora “Meglio attivi che radioattivi”, nonostante (o a maggior ragione proprio per questo) vi sia un Governo ipocrita che nega al 17 marzo il carisma di una festa piena, pretendendo di annullarne gli “effetti economici” e butta via 300 milioni di euro negando l’election day che avrebbe accorpato amministrative e referendum.

Emission zero: fotovoltaico meno di un anno dopo …

5 Nov

Meno di un anno fa, in perfetta sintonia col solstizio d’inverno installavamo e collegavamo il nostro impianto solare fotovoltaico da 4,14 kWp la stima era di produrre 4.470 kWh in un anno ma a poco meno di due mesi dal compleanno dell’impianto il contatore segna 4784 kWh prodotti. A ciò si aggiunga che in ogni bella giornata di sole come quella di oggi ne aggiungiamo altri 15.

Dire che siamo contenti è poco! Ringraziamo per questo i nostri compagni di viaggio: il Gruppo d’acquisto nazionale che fa capo ad “Alcatraz” di Jacopo Fo, Banca Etica, Flavio l’ingegnere “volante” e i suoi “ragazzi”.

Prossimo appuntamento per il compleanno dell’impianto per dirvi quanto abbiamo totalizzato in un anno.