Strategia della Macroregione Alpina

3 Dic

Sono reduce da una due giorni milanese nella quale è stata effettuata una consultazione degli stakeholders sulla strategia della macroregione alpina, un territorio che, a seconda dell’oratore di turno, riguardava un numero variabile di abitanti tra i settanta e gli ottanta milioni. Una “parata” politico-burocratica dove si è abusato di concetti quali “approccio bottom-up”, di “pilastri strategici”, di … “digital device”.

All’inizio ho pensato ad una “topica”, certamente volevano parlare del “digital divide” di cui soffrono le zone periferiche delle Alpi; invece probabilmente era un’adita metafora per fare cenno alla convivenza sotto lo stesso livello strategico di grandi città come Milano o Monaco e piccoli comuni, ad esempio Caprezzo o Pedesina.

Insomma un po’ come far convivere sullo stesso computer un hard disk da 6 Tera e una chiavetta USB da un Giga … o no!?!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: