Territorio, Resilienza, Transizione.

27 Nov

Seguo da lontano, con un certo distacco, la lotta di campanile per accaparrarsi la sede del DEA. La vedo un po’ come una lotta per avere vicino a casa il luogo in cui si prenderanno cura di me quando sarò malato (si badi bene, non per curarmi meglio, per questo c’è la mobilità passiva). Continuando per questa strada, se un giorno dovesse esserci la razionalizzazione dei cimiteri, ci batteremo per avere sotto casa la sede dei luoghi di sepoltura.

Siccome però sono in salute e aspiro a restare così per molti anni preferisco interessarmi della qualità del luogo in cui vivo tutti i giorni e spero di poterlo fare ancora per lungo tempo.

Anche nella mia città è in atto un cambiamento, una “ristrutturazione” delle risorse disponibili, un mutamento dei paradigmi al quale mi devo saper adattare. Come per il DEA posso far finta di niente ancora per qualche anno (fino a quando salta fuori un “tizio” con il cappello da assessore che mi dice che devo decidere, esattamente come nel caso del DEA, entro 5 giorni) oppure posso mutare il mio stile di vita adottando comportamenti “resilenti”.

La “resilienza” è la capacità di un sistema di superare il cambiamento, come una canna che si piega al vento per superare la perturbazione laddove un albero, superato un certo limite, si schianta di colpo. Essere resilienti e prepararsi ad una transizione non implica severe rinuncie al nostro modo di vivere, solo maggiori attenzioni alla comunità locale, all’impresa locale, all’agricoltura locale. Un localismo collaborativo, al riparo da sterili conflittualità.

Come fare ce lo spiega Rob Hopkins insegnante, scrittore, anima del movimento per la transizione, in questo video di un mezz’oretta in cui è a colloquio con gli studenti delle scuole superiori di Bologna.

Da non perdere se non si vuole vivere arrabbiati e cedere di schianto!

2 Risposte to “Territorio, Resilienza, Transizione.”

  1. Silvia 28 novembre 2014 a 09:36 #

    Molto interessante ….. mi sarebbero venute in mente molte idee/sogni vedrò in cosa si possono concretizzare.

    Grazie

    • Cirano 28 novembre 2014 a 09:45 #

      🙂

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: