L’iniezione del servizio militare

19 Gen

L’ultimo articolo di Roberto Perrotti e Filippo Teoldi su possibili risparmi nella gestione della cosa pubblica tira in ballo anche me direttamente (sebbene non sia un “alto” dirigente pubblico) e mi ha fatto venire in mente un episodio della mia vita durante il servizio militare.

Devo premettere che, complice un intervento chirurgico per un incidente avvenuto quando ero un bambino molto piccolo, io ho un terrore folle delle iniezioni, una paura irrazionale che solo in età aduta sono riuscito a stento a dominare. Sto parlando di qualsiasi iniezione, basta che ci sia una siringa ed un ago.

Potete ben capire che lo spauracchio più grosso durante il servizio militare era l’inezione che tutti facevano sul muscolo pettorale. Nessuno ha mai saputo cosa vi fosse dentro, una cosa era certa, la dovevi per forza fare non c’erano scuse!

Avrei voluto scappare, piangere, fare qualsiasi cosa, ma l’inezione avrei dovuto comunque farla, cedendo all’istinto di terrore mi sarei “degradato” senza ottenere alcun vantaggio. E’ stato per questo motivo che ho deciso di rispondere “Io” alla domanda dell’ufficiale medico che chiedeva “Chi vuole essere il primo?”  Così facendo  ho conquistato il rispetto dei miei commilitoni.

Che centra questa “storiella” con i tagli di cui parla Perrotti? C’entra perchè siano politici o siano colleghi dirigenti quando si parla di “razionalizzare” tutti indicano un’altra parte dove si annidano gli sprechi:  le province puntono il dito sulle regioni,  le regioni sui ministeri, i ministeri sul Parlamento, la stessa cosa avviene tra i dirigenti, quelli dei comuni additano i dirigenti delle province, i dirigenti delle province puntano l’indice sui dirigenti regionali ecc… ecc…

Con questo post mi candido per fare quello che ho fatto 35 anni fa a militare, sono disposto a fare per primo l’iniezione, con la stessa garanzia: che la faranno tutti!

Mi scusi il prof. Perrotti per il paragone irrispettoso, specialmente in relazione alla scelta dell’immagine🙂

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: