Pedalando sulla “Linea Cadorna”

2 Ago

Erano gli inizi del Novecento quando, temendo che i tedeschi potessero invadere la Svizzera e assalirci alle spalle, gli italiani inaugurarono la stagione delle “Grandi Opere” (belliche) e fortificarono con strade militari, casematte, caserme, eccetera tutte le alture di confine; dalle mie parti il tratto che va dalla bassa Ossola fino alle sponde del Lago Maggiore. L’opera, che prese il nome dal generale Cadorna, si rivelò inutile sotto il profilo bellico, mentre qualche beneficio lo ebbe sotto quello occupazionale, impiegando numerose maestranze locali.

La “Linea Cadorna” inutile allora, si sta rivelando preziosa per il turista di oggi, consentendogli facili escurisioni e splendide vedute ai turisti di passaggio, anche a quelli muniti di velocipede.

Percorsi segnalati

Percorsi segnalati

Domenica scorsa, per sfuggire alla canicola, abbiamo caricato le nostre BIPA’S in macchina e ci siamo diretti alla volta di Piancavallo, da lì, inforcati i mezzi “assistiti”, siamo saliti alla volta dell’alpe Colle per dirigerci, seguendo la vecchia strada militare recentemente restaurata, verso Archia.

Lucia nel tratto Colle-Morissolo

Lucia nel tratto Colle-Morissolo

Senza alcuna fatica abbiamo percorso la strada che alternava splendide vedute a freschi boschi di faggio facendo un bell’anello riprodotto nell’immagine

Tornati a Colle abbiamo preso il sentiero che ci ha portato al Morissolo e siamo rientrati a Piancavallo per quella via.

Veduta lago dal tratto Morissolo - Piancavallo

Veduta lago dal tratto Morissolo – Piancavallo

Lucia è poi risalita in auto con la sua BIPA, mentre io sono rientrato a casa percorrendo tutta la discesa con le chiome al vento … (ops!!!)P1000526

6 Risposte to “Pedalando sulla “Linea Cadorna””

  1. Anonimo 2 agosto 2013 a 08:27 #

    devi essere sceso molto velocemente…dove sono finite le chiome????

    • Cirano 2 agosto 2013 a 09:36 #

      Come diceva Marcello Marchesi: “Solo il pavimento arresta la caduta dei capelli!”

  2. I grulli 2 agosto 2013 a 16:02 #

    Più che le chiome al vento, con quegli occhiali mi sembri Ray Charles…….

    • Cirano 2 agosto 2013 a 16:55 #

      Giuro che le curve le ho viste tutte!!!

  3. Pescesenzabicicletta 3 agosto 2013 a 22:04 #

    Come pettina la Bipa nemmeno il mio parrucchiere!

    • Cirano 4 agosto 2013 a 10:24 #

      Hej och god vistelse i Sverige

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: