SPINGERSI AL LIMITE

12 Lug

Noi “vecchi” lo chiamiamo “mestiere” ed esiste in tutti gli sport di squadra. E’ quella tattica di spingersi fino al limite della regolarità tecnica, con una punta di furbizia, aiutandosi a sopperire in questo modo al venir meno di quel vigore che madre natura ci ha dato negli anni migliori.

Personalmente non ho nulla contro il “mestiere”, con il quale ho fatto durare la mia “carriera” agonistica fino cinquant’anni e ancora adesso non rinuncio a “cacciare la palla”, anche se i riflessi sono quello che sono e rischio di prendere le mani dell’avversario.

Il “mestiere” quando sei ancora agonista trova un controbilanciamento nell’arbitro: se esageri ti fischia, con 5 fischi puoi essere fuori!

Al campetto il controbilanciamento lo dobbiamo trovare noi stessi, per questo il fallo lo fischia chi lo subisce! Personalmente ci aggiungo sempre l’incoraggiamento all’avversario a non aver timore a chiamare un fallo se giudica la mia condotta non regolamentare (nei casi più evidenti, non lo faccio da solo).

Quando giochiamo con i giovani o con persone che solo occasionalmente si accostano al basket la nostra responsabilità nel saper dosare il “mestiere” a saperci autocensurare “furbizie” e “scorrettezze” (anche se condizionate dalla foga del momento) è ancora più importante, altrimenti chi gioca potrebbe essere autorizzato a pensare che tutto sia lecito.

Ci si vede giovedì, saluti.

M5

5 Risposte to “SPINGERSI AL LIMITE”

  1. Roberto Magri 12 luglio 2013 a 16:31 #

    Vi prego di non inviarmi più i Vs. articoli. Roberto Magri

    • Cirano 12 luglio 2013 a 17:30 #

      Ricevi i post perchè ti sei iscritto al blog, devi disiscriverti con l’apposito tasto-funzione

  2. luciano 12 luglio 2013 a 16:38 #

    meglio fermarsi un attimo ,anche in situazioni in cui ti senti penalizzato,e sorridere ,che mandarsi a quel paese!

  3. Franco Bortolot 14 luglio 2013 a 14:10 #

    Condivido anch’io quello che dice Mario, poi se qualcuno si sente ancora in forza esistono i campionati della federazione dove chi “spende” i 5 falli esce dal campo…..
    saluti Franco

    • Luigi Haiman 15 luglio 2013 a 12:38 #

      Super Mario, ultimamente neanche i vaffa riescono a fermarti! (e quando mi segni in faccia non sai quanti ne penso!! eheh)..comunque penso che litigare al campetto per un fallo o una rimessa a sfavore sia vermente inutile.. se ci si sente “derubati” occorre impegnarsi di più sul campo per recuperare il maltolto, in caso di vittoria della partita credo che la soddisfazione sia più grande del vaffa detto a caldo.
      E in campionato? beh quella è un’altra storia, vero Frank Bortolot? eheh

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: