A VOLTE RITORNANO …

31 Ott
Basket “anzianotti”

Ieri pomeriggio suona il cellulare, mi sorprendo perchè di solito rimane muto per settimane intere, dall’altra parte è Sergio un “vecchio” compagno di squadra di tanti anni fa, scappato da Verbania non appena è riuscito ad avere il trasferimento e tornato in Sicilia. L’avevo presentato in un post alcuni mesi or sono.

Sergio era in città, aveva alcuni giorni liberi ha preso un aereo ed è sbarcato a Malpensa per fare una salto nel luogo in cui ha insegnato per tanti anni. All’ora di pranzo si trovava a Suna, decide di andare a mangiare all’Antica osteria del Monterosso, il proprietario ha una fisionomia familiare, riconosce il lui la sagoma un po’ appesantita del mitico “Lucertola” indimenticata ala della locale squadra di basket.

Tra un piatto e l’altro affiorano vecchi ricordi e nuovi legami; “Lucertola” è il mio attuale fornitore di trote per l’acquaponica. Sergio si fa dare il mio numero di telefono, in pochissimi ce l’hanno, una chiamata e inizia un pomeriggio di “Amarcord” sportivo e non solo.

Prendiamo il caffè insieme, subito dopo Sergio, come si fa per ogni “resurrezione” che si rispetti, mi mostra le stigmate. Solleva il pantalone fino al polpaccio e quindi i mutandoni d’ordinanza che lo fasciano fino alle caviglie e scopre prima il taglio di circa 5 centimetri che gli hanno praticato una ventina di anni fa per rincorrergli il tendine di Achille che aveva ceduto di schianto. Poi fa la stessa cosa dall’altra parte per mostrare i postumi di analogo incidente avvenuto l’anno scorso; qui il taglio è lungo quasi una spanna e la convalescenza durata un proporzione.

Chi da bambino non ha mai giocato con una fionda; il Sergio cestista era così, generoso ed esplosivo, lanciava sé stesso oltre ogni ostacolo, ma le “fionde”, si sa, hanno quel difetto, con l’uso continuo si rompe l’elastico e quello di Sergio si chiama appunto tendine d’Achille.

Ora alla nostra “cavalletta del parquet” non rimane che tirare da fermo ma non ha perso l’attitudine a “fare squadra” e, soprattutto, “spogliatoio”. Si occupa di teatro con una compagnia amatoriale e occasionalmente fa da spalla a qualche esperienza professionale. Le sue spiccate qualità a creare il gruppo lo hanno condotto anche ad insegnare in una scuola sulle pendici dell’Etna, dove non c’è bisogno di forgiare grandi scienziati ma di interessare i ragazzi perchè non abbandonino gli studi. Questo Sergio lo sa certamente fare, oggi con il teatro, come sapeva trascinarci con il basket a vincere a fil di sirena  le partite che ci vedevano all’intervallo sotto di oltre venti punti. Nessuno di noi è diventato un campione ma molti sono uomini veri, che non si scoraggiano ai primi contrattempi oggi nella vita come allora in campo.

Mi rivolgo ora al gruppo di cestisti “Anzianotti” che leggono questo post, bisogna proprio organizzare una squadretta ed andare a trovare Sergio l’anno prossimo. Lui non tornerà più.
Nonostante, memore del freddo patito in tanti anni di “confino” sul lago, avesse calzato per l’occasione i vecchi mutandoni di lana e la maglia pesante a maniche lunghe, era troppo turbato del repentino calo di temperatura, dai 22 gradi dei dintorni di Catania ai 4 o 5 di queste parti. Eppoi i tendini di Achille li ha rifatti entrambi e, anche se qui l’hanno operato molto meglio, ora è a posto!

Annunci

8 Risposte to “A VOLTE RITORNANO …”

  1. Anonimo 31 ottobre 2012 a 08:11 #

    Sergio Trefiletti di Giarre! Ti ho riconosciuto subito quando ho visto la foto. Sei già andato via? Vorrei salutarti. Sei rintracciabile su internet?
    Antonio Galioto

    • Anonimo 4 novembre 2012 a 17:42 #

      per antonio e per gli amici di verbania, il mio indirizzo di posta elettronica: trefiletti@gmail.com purtroppo sono tornato in Sicilia al caldo e non ho potuto salutare tutti; tre giorni sono volati in fretta ma con Mario abbiamo parlato e mi ha raccontato tante cose di voi. Un affettuoso saluto e un ulteriore invito a venire in Sicilia e capire perchè sono ritornato al paewsello.

  2. or 31 ottobre 2012 a 08:33 #

    Un abbraccio agli uomini (e donne) veri

    • Cirano 31 ottobre 2012 a 12:18 #

      Nell’attuale struttura degli allenamenti è prevista una organizzazione “mista” senza preclusioni di genere. Tranne che per le docce, quelle sono ancora separate, acc!!
      🙂

  3. Bob 9 31 ottobre 2012 a 09:48 #

    Grande Sergio.! ma e’ ancora nei paraggi? mi avrebbe fatto molto piacere salutarlo!

    • Cirano 31 ottobre 2012 a 12:22 #

      Parte domani mattina, ti mando il suo numero di cell. sulla mail privata.

  4. Anonimo 5 novembre 2012 a 11:56 #

    mi chiamo riccardo 51 anni fisico “statuario” da ex pivot di 191 cm
    ma soprattutto con impianto aquaponico autocostruito in
    provincia di verona
    potrei anche collaborare se serve alla faccenda di catania

    • Cirano 5 novembre 2012 a 13:44 #

      Stay tuned! E’ la prima volta che mi contatta qualcuno che combinando due dei miei interessi!
      🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: