AQUALUNG: compaiono i primi pesci nell’acquaponica

17 Mag

Dopo la “falsa partenza” dei pesci a secco, compaiono i primi pesci veri nell’acquaponica di “Cirano”. Poca roba a carattere ornamentale, una dozzina di Carpe Koi che vedete qui sotto, insieme alla loro fotografa:

Carpe koi

Non manca una curiosità alla quale ho dedicato un settore dell’acquario:

Lo sforzo congiunto i questi posciolini non è comunque sufficente ad alimentare l’intero sistema. Aspettando che arrivino i pesci gatto con funzione di “carburante” per le colture, sono costretto ad aggiungere del mio che avevo messo da parte con la “vendemmia” dello scorso anno.

Uno splendido “Château de Cyrano réserve 2011” molto apprezzato da Nitrosomonas e Nitrobacters!

Per saperne di più digitate “Aqualung” sulla funzione cerca del blog.

Annunci

7 Risposte to “AQUALUNG: compaiono i primi pesci nell’acquaponica”

  1. I grulli 18 maggio 2012 a 19:04 #

    Se hai bisogno faccio una deviazione nella fossa imoff e ti spedisco ottimo carburante in latte da 5 litri, da non confondere con quelle di Dicembre. Saluti dalla Toscana

    • Cirano 18 maggio 2012 a 19:16 #

      Sei il solito esagerato!!!!
      🙂

  2. Stefano Zamprogno 23 agosto 2012 a 14:52 #

    ma, quel ‘del tuo’ in che quantita’ per litro d’acqua occorre aggiungerlo e con che frequenza ?
    Io avevo letto che bastava solo del latte.

    • Cirano 24 agosto 2012 a 05:19 #

      Quella del latte non l’avevo mai sentita. Il “ciclo dell’azoto” parte dall’ammoniaca, può essere “tua”, dei pesci o dell’industria chimica, per i nitrosmonas e i nitrobacter non fa differenza, Io ne ho fatti tre o quattro litri in un fustino, li ho fatti “maturare” una quindicina di guirni e poi li ho aggiunti a circa 700 litri d’acqua. Diciamo un bicchiere ogni 2/3 giorni. Per sapere quanto metterne devi controllare i valori con i test e ridurre o aumentare di consegiuenza. Avrai prima il picco dell’ammoniaca, poi man mano che i batteri si sviluppano saliranno i nitriti poi i nitrati, fino a stabilizzarsi quando l’acqua sarà “ciclata”. L’mportante è partire con dell’acqua che abbia giaà dei batteri al suo interno. Ad esempio la pulizia dei filtri di un’acquario o di un allevamento di pesci potrebbe andare bene.

  3. Stefano Zamprogno 24 agosto 2012 a 15:47 #

    perfetto, molte grazie sei stato gentilissimo e disponibile, a buon rendere ! 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: