LE PULCI DI AUGUSTO

6 Apr

Augusto non è un cane, eppure ha le “pulci”, almeno così le chiama lui. Le “pulci” di Augusto sono sferzanti elzeviri su come funziona la baracca che elabora per un periodico on line che si occupa di Pubblica Amministrazione.

Augusto mi ha autorizzato a “massacrare” le sue pulci per renderle fruibili al pubblico generalista del blog. Gli chiedo scusa in se il pezzo che segue ha distorto troppo il suo pensiero e lo ringrazio per la sua collaborazione. Cirano.

Federconsumatori ed Adusbef hanno calcolato che l’aumento complessivo della tassazione, nel 2012, colpirà le famiglie italiane per 1.133 Euro annui. In pratica l’aumento delle tasse si prende la tredicesima. Non una tredicesima indistinta. Proprio la nostra.
Di seguito, riporto l’elenco dettagliato con le sette voci:

Occorrerebbe un bel “Piano di Razionalizzazione” per abbassare gli incrementi di tasse riportate sopra.
Ma cosa ci scriviamo nel Piano di Razionalizzazione? Quali misure; quali interventi? Dove facciamo la “spending review” sui capitoli di spesa? Sono tempi duri. Occorre fare TUTTI dei sacrifici. Equi e distribuiti. Ritengo che tra pensioni, benzina e tasse nazionali e locali molti di noi abbiamo già dato. Forse, adesso, tocca ad altri. Io, qualche esempio, ce l’avrei:
– Dimezzamento del numero dei consiglieri regionali. Subito, però… non tra un po’;
– Dimezzamento dello stipendio e indennità varie dei consiglieri regionali (di quelli rimasti, dico);
– Abolizione totale di tutti i vitalizi. Li prenderanno a 66 anni come la pensione;
– Dimezzamento del numero dei parlamentari – non ne bastano 400?

– Dimezzamento del trattamento economico dei parlamentari (compresa diaria e portaborse);
– Dimezzamento (anche 75% di riduzione) dei rimborsi elettorali ai partiti “vivi o morti”;
– Divieto di erogare rimborsi elettorali ai partiti sciolti o scomparsi o che non sono rappresentati in parlamento;
– Limite alle retribuzioni dei manager e dirigenti pubblici a €. 250.000,00. Divieto di superare il 20% di tale retribuzioni per altri incarichi retribuiti;
– Dimezzamento delle scorte delle forze dell’ordine a cariche politiche;
– Dimezzamento delle strutture amministrative di staff a disposizione di ogni amministratore pubblico o parlamentare;
– Riduzione del 3% delle spese militari all’anno, per 5 anni;
– Abolizione di ogni contributo erogato a pioggia alle imprese industriali. Il 50% di tale spesa potrà essere erogato solamente per finanziare progetti di innovazione, ammodernamento di impianti; mantenimento della forza lavoro;
– Approvazione di una seria legge anticorruzione nella pubblica amministrazione, composta di un solo articolo “non toccare la roba che non è la tua. Se lo fai vai a casina tua”;
– Dimezzamento della retribuzione di tutti i dipendenti di camera e senato, presidenza del consiglio e presidenza della repubblica superiori ai 100.000 euro annui. Anche il famoso “commesso di Montecitorio” può guadagnare meno di 200.00 euro annui, no?
– Dimezzamento delle sedi, dei palazzi e delle auto blu a disposizione della politica e di tutte le spese di funzionamento delle strutture logistiche.

Ci sarebbe anche da prevedere una seria lotta alla malavita organizzata che controlla (dicono) almeno quattro regioni, con contestuale confisca di tutti i beni illeciti; una efficace lotta all’evasione fiscale e contributiva (i 12,7 miliardi di euro recuperati nel 2011 sono “un buon inizio”); una concreta lotta alle truffe, ai raggiri, all’elargizione di contributi non dovuti; alle false pensioni di invalidità.

Ci sarebbe… ci sarebbero, tante altre cose. Magari ce le suggerite voi. E allunghiamo la lista.
Non mi dite che questa è demagogia. E’ qualunquismo. E’ populismo. Si invoca sempre una di queste tre categorie da parte di chi non vuol pagare. In genere lo fanno quelli a cui il “suppostone” è salvato. E poi può darsi che lo sia. Ma, forse, è semplice voglia di equità e giustizia; di cose fatte bene; con buonsenso e misura; come ci sforziamo di fare tutti i giorni nel nostro lavoro.

Ultima domanda: quando si ride in questa Pulce?
Risposta: la prossima volta. Sorry. Questa è andata così.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: