Il Gaber profetico e la globalizzazione

19 Mar

Sul muro c’era scritto:
“alzateci il salario!”
l’ha cancellato un grande cartellone
con scritto: “Costa meno il mio sapone”.

E’ un Gaber ancora una volta profetico quello che scriveva queste parole tanti anni fa (1968). Ora ai cittadini inpoveriti dagli effetti dell “Globalizzazione” non rimane che la promessa che le merci costino meno.

Mi è tornato in mente vedendo il movimento di “Occupy Wall Street” che ha cercato di “riprendersi” Zuccotti Park, oppure i lavoratori che protestano per la perdita del posto di lavoro ai quali si propongono magiche liberalizzazioni in grado di far scendere i prezzi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: