Fausto Simoni, chi era costui?

3 Dic

Potrebbe iniziare così un capitolo di un romanzo manzoniano, se Manzoni fosse ancora vivo (ma forse è meglio che se ne sia andato prima di vedere quello che sperava potesse diventare il suo Paese).

Usando una metafora da marinai Fausto può essere visto come il faro che si erge dritto e sicuro tra i flutti ad indicare alle navi la retta via oppure, al contrario, la roccia pericolosa sulla quale evitare di infrangersi nella propria navigazione corruttiva.

Fausto è uno che, parole si corruttore, manifesta le proprie ragioni e le tiene ferme e, quando ammiccano alla possibilità di dargli del denaro, fa capire che non avrebbe accettato nessuna retribuzione. Insomma Fausto è un dirigente ENAV “impermeabile ad ogni tipo di offerta”.

Qualcosa mi dice che Fausto debba fare una “vitaccia” all’interno dell’ENAV, spero tanto che nel prosieguo dell’inchiesta penale qualcuno non tiri fuori qualche porcata su di lui, che ne so, che gira in metropolitana tutto nudo sotto l’impermeabile, che fa le puzze al cinema quando si spegne la luce.

In questo momento in cui stanno venendo fuori Magistrati dell’antimafia fiacciata che invece sono tutti pappa e ciccia con ll ‘Ndrangheta calabrese o di funzionari dell’Arpa che consegnano scatole di mazzette (senza ovviamente sapere cosa contengono) è grazie a persone corrette come Fausto che continamo a mantenerci aggrappati al 66° posto della graduatoria mondiale della corruzione percepita (dati 2010)  ovviamente sotto il Ruanda e nel terreno specifico del settore degli affari, tra i paesi più industrializzati, siamo a livelli molto alti nella propensione delle imprese a pagare mazzette (in compagnia di Hong Kong, Malesia e Sudafrica e sotto Brasile e Corea del Sud).

Fausto è un nome “antico”, non si usa quasi più, invece sarebbe bello se tutti i funzionari pubblici del Paese scrivessero fuori dalla loro porta, accanto al cartello con il nome “Io sono Fausto”.

Una Risposta to “Fausto Simoni, chi era costui?”

  1. pescesenzabicicletta 5 dicembre 2011 a 15:35 #

    In una nazione come la nostra, persone che altrove sono banale normalità diventano dei supereroi … ed è molto triste

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: