IL GABELLIERE

30 Ott

Credevo che con la fine del Medioevo si fossero estinti invece ne è rimasto ancora uno  e questa volta ha scelto me.

Sto parlando del Fisco, che oggi pomposamente si fa chiamare “Agenzia delle entrate”.

Sia io che “Rossana”, entrambi lavoratori dipendenti,  siamo stati estratti per un “controllo formale”, che è un po’ come vincere una lotteria all’incontrario, se ti va bene, se sei ordinato, se hai tenuto tutti i cartini a posto, perdi solo un sacco di tempo.

Ci hanno mandato una lettera normale, che riporta la data del 23 settembre ma nessun timbro di spedizione sulla busta, che abbiamo ricevuto solo domenica e alla quale dobbiamo rispondere entro 30 giorni.

In pratica mi hanno chiesto di aprire il faldone delle imposte del 2008, tirare fuori tutti gli scontrini e le fatture delle spese mediche, tutte le fatture o le ricevute che attestino pagamenti per le attività sportive delle ragazze, tutte le erogazioni liberali fatte a favore di organizzazioni senza scopo di lucro. Dovrò mettermi lì a far tutte le fotocopie (perchè, come dice il direttore nella sua lettera la documentazione può essere prodotta anche in fotocopia, bontà loro!).

Devo sperare che per ognuno di essi sia riportato con precisione nome, denominazione, sede legale, codice fiscale, attività sportiva praticata, importo corrisposto, dati anagrafici del praticante, codice fiscale di chi ha effettuato il pagamento.

Perchè dal momento che non avevo ancora scritto il post sullo scontrino fiscale, non ho verificato se l’associazione sportiva dilettantistica ha emesso il documento con tutti questi sacri crismi.

Mi hanno anche chiesto tutta una serie di dati riguardanti il mutuo per l’acquisto della prima casa contratto nel 1992. Adesso, ad un passo dall’estinzione! Non potevano farlo subito alla prima dichiarazione, se ci fosse stato qualcosa di sbagliato avrei potuto porre rimedio e, in ogni caso, controllando solo ora, anche se il mutuo presentasse qualche vizio formale potrebbero recuperare solo gli ultimi anni di detrazioni, proprio quelli in cui la quota interesse (quella che si detrae) è bassissima perchè si comincia a restituire il capitale!

A questo proposito, facendomi “bullo” della recente uscita del Ministro (per la semplificazione -sic!-) Brunetta, che addirittura voleva abolire i certificati antimafia, risponderò gentilmente che il dati catastali e ipotecari se li possono andare a cercare da soli perchè una vecchia norma del 1990, ripresa poi nel “Testo Unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa” del 28 dicembre 2000, all’art. 43 disciplina gli accertamenti d’ufficio “di stati, qualità e fatti, ovvero al controllo delle dichiarazioni sostitutive presentate dei cittadini” contenuti negli archivi della Pubblica Amministrazione.

Potete richiamarla anche voi se vincete la lotteria all’incontrario.

E pensare che nel 1776, quando non c’erano ancora i computer e i data base relazionali che potrebbero fare miracoli, in termini di successo nello scovare l’evasione e di risparmio di tempo nei controlli. l’economisca scozzese Adam Smith enunciava i seguenti principi amministrativi delle imposte:

principio della giustizia: ogni cittadino deve contribuire alle spese dello Stato in relazione al reddito che possiede;
principio della certezza: tempo, luogo e modi di pagamento dell’imposta devono essere definiti in modo chiaro ai contribuenti;
principio della comodità: il cittadino deve poter pagare l’imposta nel modo più comodo possibile;
principio dell’economicità: le spese di accertamento e riscossione per l’amministrazione tributaria devono essere più basse possibili.

10 Risposte to “IL GABELLIERE”

  1. dario 30 ottobre 2011 a 10:55 #

    il solito fortunato!

    • Cirano 30 ottobre 2011 a 11:10 #

      VFC 🙂 acronimo facilmente decifrabile!

  2. Anonimo 30 ottobre 2011 a 11:23 #

    Ha ragione Dario: ritieniti fortunato! Noi siamo stati estratti per la terza volta in 9 anni!!! Paolo è dipendente di una ditta, mentre io sono DIPENDENTE STATALE PRECARIA: se vi sembra ovvio perdere tempo con noi invece che con gli evasori…. E poi hanno fatto un mega errore (e volevano farci pagare 200 €) che abbiamo dovuto scoprire noi e perdere tempo a dimostrarlo.
    Posso dire “teste di cz”? Governo di m. nel paese dei balocchi, stiamo veramente delirando….

    • Cirano 30 ottobre 2011 a 11:38 #

      Accidenti! Finirà che mi tocca festeggiare. Siamo un paese di sudditi con un Re nudo!
      Sursum corde 😦

  3. Anonimo 30 ottobre 2011 a 15:43 #

    …raccontateci il finale, mi raccomando!

    Valerio

    • Cirano 30 ottobre 2011 a 17:07 #

      Si sa come vanno queste cose, ci vorranno anni per avere un finale. Stay tuned!
      😉

  4. Diego 30 ottobre 2011 a 18:41 #

    La lettera normale, non raccomandata, è andata sicuramente persa, si sà come funzionano le PP.TT. !
    Un mese fa mi arrivò una lettera simile dalla Rai che mi chiedeva di pagare il “canone speciale” (canone dovuto da bar, alberghi e strutture con tv per il pubblico e da studi professionali che abbiano apparecchiature atte a ricevere programmi tv [p.c.]) per lo Studio!
    Bè quella lettera non l’ho mai ricevuta …

  5. Silvia 2 novembre 2011 a 07:53 #

    Il controllo lo hanno richiesto anche a me ………….. per tutti gli scontrini sui famaci e sulle ricevute ……. Mi raccomando fate sempre la fotocopia perchè sono come l’inchiostro “simpatico” dopo un breve peridodo non si leggono più.

    Divertiti ad attendere l’incaricato che alle h.8,30 è in pausa.

    • Cirano 2 novembre 2011 a 13:45 #

      Io gli mando una raccomandata, così la pausa la fa quando vuole. Sempre lì a disturbare i dipendenti pubblici …

Trackbacks/Pingbacks

  1. Di Ciclomotori, Burocrazie, Reti, Tasse e … cambiamento!? « Io non perdono e tocco - 1 febbraio 2012

    […] mente lontano questo medioevo fiscale, questo feudalesimo amministrativo e penso agli illuministici princiapi amministrativi delle imposte enunciati  nel 1776 da Adam Smith in un’epoca in cui i computer, la telematica, le reti non erano state neppure […]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: