La mia amica Rosanna e Francesco Guccini

25 Giu

In questi giorni il Maestro di Pavana è ospite della mia città per “Letteraltura” un vivace festival di letteratura di montagna, viaggio e avventura. Sarà da noi a presentare il suo ultimo libro “Malastagione”.

Non so se sia venuto per scelta o costretto da qualche vincolo contattuale con la casa editrice, fattostà che oggi presenterà il libro in un incontro organizzato dal festival e che lui è a Verbania da ieri sera.

Gli ospiti del festival sono alloggiati in una struttura alberghiera che è stata recentemente rinnovata ma che un tempo accoglieva, a modico prezzo, gli studenti che che venivano in città per gli studi superiori.

L’albergo non è rinomato per la sua cucina, tant’è vero che se si vuole fare un esempio di cibo dozzinale, dalla mie parti si usa dire “si mangia come a …”

Nell’albergo ci lavora come cameriera la mia amica Rosanna, una vivace “Signora”  (si può dire “signora” adesso vero Rosanna?) sempre pronta a far due chiacchiere con tutti. Fattostà che servendo a tavola il Maestro si è lasciata scappare un’espressione di sorpresa e ammirazione.

Rosanna c’è rimasta male, chissà perchè si aspettava “reprocità” nel piacere di un incontro, ha provato un secondo approccio di cordialità chiedendo a Francesco se desiderasse ancora qualcosa, ma è stata nuovamente respinta con un grugnito che diceva “un doppio rum”.

Provo a consolarla io Rosanna, dedicandole una canzone di Guccini che può spiegare la situazione.

Sciùra Rosa, dimmi se ci sono riuscito

Advertisements

8 Risposte to “La mia amica Rosanna e Francesco Guccini”

  1. anna 25 giugno 2011 a 12:57 #

    Sì, è così, sicuramente fama e prestigio logorano…però vorrei dire a Rosanna che non tutti son così, quando trent’anni fa scrissi al mio mito dall’ora Joan Baez mi fece ri-scrivere dalla sua segretaria a stretto giro di posta e di suo pugno aggiunse una parte…la butto lì, giusto per sparigliare: che magari le cantanti sian più sensibili?
    anna

  2. Anonimo 25 giugno 2011 a 13:35 #

    ah! ah! nessun problema per me , mi piace da morire la gente schietta e senza troppe palle.
    Guccini mi piace perchè è una persona autentica , (così come spero di esserlo io quando mi rivolgo con cordialità verso tutti )ho amato le sue canzoni che sono stata la colonna sonora di alcuni momenti della mia adolescenza e questo mi basta :

    io poi ho un grande privilegio , posso osservare le persone da u n punto di vista molto delicato , cioè mentre sono a tavola e quindi in un momento di grande vulerabità .la mia modesta esperienza mi ha insegnato che a tavola siamo tutti uguali , così come quando esplechiamo tutti i nostri bisogni fisiologici …mangiare ,dormire..
    cagare 🙂
    però devo dire che l’intervista che gli hanno fatto oggi era un poco banale ,sbaglio?

    • Cirano 26 giugno 2011 a 05:40 #

      Ciao Rosanna, non ho mai dubitato delle tue ottime doti di recupero.Leggi i commenti al post, sono tutti dalla tua, D’altra parte sia si sa che il Guccio preferisce le biondine che mescolano birra chiara e 7up! Un abbraccio

  3. Anonimo 25 giugno 2011 a 13:42 #

    Gli antichi Greci che di miti se ne intendevano li lasciavano vivere lontano: il luogo da loro maggiormente frequentato era l’Olimpo dove litigavano, si accoppiavano, ne combinavano di tutti i colori.. Talvolta scendevano sulla terra tra i comuni mortali ed erano guai per tutti.
    Guccini è stato anche per me e per molti di noi un mito, nei dischi, nei concerti, forse anche nei libri (che non ho mai letto), ma il suo Olimpo è a Pàvana, Appennino Tosco Emiliano, o forse più semplicemente sul palco davanti ad un microfono e un po’ di pubblico osannante e non al tavolo del ristorante o in auto con l’incauto accompagnatore che lo è andato a prendere nel suo Olimpo appenninico. Diego

  4. andrea 25 giugno 2011 a 16:38 #

    Era il ’90 o ’91. Guccini tenne un concerto al palasport di Novara. Avevo 18-19 anni. Prima fila, anzi primissima, scivolato davanti alle transenne. A fine concerto salimmo sul palco con un altro ragazzo, finimmo la bottiglia d’Arneis avanzata dal residente in via Paolo Fabbri, 43, lui tenne come reliquia la bottiglia, io il bicchiere di plastica (manco fossi un investigatore di Csi). Aspettammo che uscisse dai “camerini”, niente autografi o forse alla fine sì, non ricordo. Ricordo invece il suo sguardo sprezzante da massa (eravamo in cinque) di rompicoglioni. La presi come una dylaniana (Bob, non Dog) lezione: “non seguire i leader ma tieniti i soldi per il parcometro”.
    Pochi mesi prima si era esibito, stesso luogo, Fabrizio De Andrè con il tour di Le nuvole. L’aspettammo fuori dai camerini, uscì con la moglie. Dispensava sorrisi (l’intoverso De Andrè), io chiesi prima l’autografo a Dori Ghezzi intanto che lui firmava i fogli altrui, quando tocco a me vedendo la firma della moglie si firmò Fabrizio De Andrè in Ghezzi.
    De Andrè era un artista, Guccini un intellettuale.

    • Cirano 26 giugno 2011 a 05:38 #

      Bellissimo aneddoto, grazie lo girerò a Rosanna che però sembra avere di suo ottime doti di “ripresa” (forse legge Dylan Dog).
      Ciao

  5. Pescesenzabicicletta 27 giugno 2011 a 20:58 #

    I cantanti si ascoltano e gli scrittori si leggono. E’ così’ che hanno scelto di parlarci ed entrare in contatto con noi: continuiamo cosi’ onde evitare spiacevoli delusioni… E del resto, invecchiando succede di diventare un po’ antipatici e insofferenti. In fondo, il nostro amico di Via Paolo Fabbri ha raggiunto i 70!

Trackbacks/Pingbacks

  1. FRANCESCO GUCCINI E UNA PICCOLA STORIA DI TENACIA GIOVANILE « Io non perdono e tocco - 26 dicembre 2012

    […] P.S. anche per Guccini un’occasione di riscatto dopo la brutta figura fatta con la mia amica Rosanna […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: