UN PAESE A VACCHE …

14 Apr

No, non vi parlerò di festini in villa e di tette al silicone, vi parlerò di vacche vere, quelle da latte.

Una vacca da latte campa di solito tra gli 8 e i 9 anni e a partire dai due anni e mezzo si fa toccare le tette non per divertire un vecchio morboso ma per fornire il latte al contadino e a tutta la filiera.

Succede questo più o meno a tutte le vacche del mondo, tranne a quelle italiane che, almeno sulla carta, campano 83 anni (sto parlando sempre di quelle da latte, le altre vengono “rottamate” poco dopo la maggiore età) almeno così risulterebbe dai dati di AGEA che, secondo un rapporto dei carabinieri, ha modificato in combutta con l’IZS di Teramo l’algoritmo che governa l’anagrafe dei bovini del Paese.

E’ una vicenda torbida, che innalza artificialmente il numero dei bovini del Paese e le quantià di latte prodotto (e quindi comunicato all’Unione) la quale, a sua volta, applica le multe agli allevatori. Le multe sono anticipate dal Governo che poi applica le sanzioni e avvia i pignoramenti.

L’indagine che ha fatto scoppiare questo nuovo bubbone dell’infinita storia del latte è stata avviata dal Ministro Zaia, ma tocca ora al neo ministro Romano portarla a termine e, se dobbiamo riferirci a quanto scritto in questo articolo de “Il fatto quotidino”, non c’è proprio da stare allegri!

Intanto i dirigenti di AGEA incontrano gli allevatori, solo per dir loro che non faranno nulla se non aspettare il giudizio della Magistratura nel merito del rapporto dei carabinieri. Primo secondo grado, Cassazione … ben più della durata della vita di una vacca, porcavacca! GUARDATE IL VIDEO

Per completezza dell’informazione leggete cosa dice “Italia Oggi” in un articolo almeno parzialmente assolutorio di AGEA. Ecco invece il parere sulla vicenda della Confederazione Italiana Agricoltori (CIA) riportato dall’agenzia ASCA.

Temo proprio che nei prossimi mesi torneranno proteste e i blocchi stradali degli allevatori e così l’inettitudine di pochi (vedremo con i tempi biblici della nostra giustizia se vi sarà anche dolo) si trasformerà da danno per alcuni in disagio per tutti. Avanti così in questo simpatico Paese dalle tante regole e dai pochi controlli.

Annunci

Una Risposta to “UN PAESE A VACCHE …”

  1. pescesenzabicicletta 14 aprile 2011 a 08:14 #

    Ma i colleghi di partito del Ministro non stanno dicendo che è meglio uscire dall’Europa? Così in un colpo solo risolveremmo un sacco di problemi: niente più
    truffe, niente quote latte, niente contributi …. Potremmo chiedere di entrare di diritto nell’Unione Africana, in fondo già ci fornisce ottima manodopera disposta a tutto e a costi irrisori…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: