Parto per la montagna con in bocca il sapore del mare

5 Mar

Parto per la montagna per alcune giornate sugli sci ma porto con me il sapore del pesce freschissimo che ieri ho ricevuto dagli amici della cooperativa Maestrale di Marina di Carrara.

Avevo parlato di loro, in particolare di un equipaggio tutto al femminile della Maremi II. Ieri sono venuti a portarmi il pesce pescato nella notte, direttamente in ufficio, proprio Rady e il “mitico” presidente Beppe, un vulcano di idee.

Li ho trovati particolarmente motivati per il lavoro che stanno facendo, creare un’alleanza fra produttori e consumatori, fondata su qualità e conoscenza reciproca è forse la strada giusta per remunerare correttamente l’impegno nella produzione saltando i passaggi, spesso parassitari, del commercio.

GUARDATE RADY E LE SUE COMPAGNE DI PESCA IN QUESTO SERVIZIO PER LA RUBRICA “OCCHIO ALLO SPRECO” DI STRISCIA LA NOTIZIA.

Certo, tutti dobbiamo rimboccarci le maniche, con idee, disponibilità reciproca, nuove tecnologie, siano esse di comunicazione o di trasformazione dei prodotti. Mi ha molto sorpreso sapere da Beppe che consegna il suo pesce agli amici del GAS di Livorno, a cento metri dal mare ma 74 chilometri più a sud, semplicemente perchè i pescatori di quella località non si sono dati da fare e si fanno “strozzare” dai grossisti locali.

Non deve essere facile per gli amici della “Maestrale”, dopo una notte di pesca caricare il prodotto e fare il giro delle città del nord ma il prezzo che spuntano è molto conveniente, tanto per loro quanto per noi, per non parlare della qualità e del servizio.

Sto persino pensando di cambiare regime alimentare, basta con il regime padano-alpino, meno polenta “cunscia”, meno “furmac Gurgunzola” e più omega 3 a catena lunga, come dice la mia amica “Manto”.

Ma, dieta o non dieta, quello che più conta è aver messo una altro tassello alle “Win win strategies” del cambiamento del modo di consumare,  di produrre di tessere relazioni.


Annunci

3 Risposte to “Parto per la montagna con in bocca il sapore del mare”

  1. luciano 5 marzo 2011 a 12:09 #

    zuppa di mare con quel sapore che non sentivo da tanto tempo. e poi “ciucciare” le cicale.. che soddisfazione!!!

  2. chiara 7 marzo 2011 a 21:34 #

    Ciao Mario,
    peccato siate partite: volevamo invitarvi a cena domani sera, festa della donna!!! Ovviamente scherzo: finalmente ho letto tutti i tuoi post arretrati (in questo periodo non ho proprio fatto in tempo a stare al passo). Eccellenti!
    Il pesce della settimana scorsa era fantastico; poi ieri abbiamo coronato la settimana salutista (in realtà noi mangiamo sempre e solo pesce, ma di solito quello dell’Esselunga) andando a trovare i nostri amici di Livorno (e Parma) con i quali abbiamo mangiato un Caciucco spettacolare!
    Quanti aggettivi iper-positivi che ho usato… lascio a te smorzare i toni con una scommessa che mi sono fatta da sola: nel prossimo post parlerai della testa di Cz (in questo caso è meglio definirlo “faccia di m.”) e della madonnina del duomo?!?! Cfr.: http://www.dottorsport.info/modules/article/view.article.php?19565
    Buona vacanza!
    Chiara

    • Cirano 10 marzo 2011 a 05:56 #

      Chissà sono rientrato ora … devo prima riprendermi!
      Ciao.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: