I “BOCCONIANI” MI STANNO SIMPATICI

7 Ott

Recentemente ho partecipato ad un aggiornamento professionale di tre giorni tenuto dai docenti della SDA Bocconi. Diciamola tutta, la formazione era stata voluta (quasi imposta) da un collega che non stimo e, forse anche per questo motivo, ero particolarmente attento a formulare la mia valutazione.

Sulla preparazione dei docenti nulla da dire, nessuno si aspettava che, da buoni bocconiani, fossero meno che impeccabili. La partita però se la sarebbero giocata nel “modo” con il quale avrebbero saputo porgere i loro contenuti, non sempre di agevole comprensione, ad un pubblico molto eterogeneo per lavoro, cultura, formazione, carriera, competenze ecc…

Devo dire, a loro onore, che se la sono cavata benissimo, Raffaella, Davide e Marta, questi sono i loro nomi, hanno saputo catturare l’attenzione di tutti (tranne che per un ristretto numero di “brontosauri amministrativi” incartapecoriti, alcuni dei quali scappati all’intervallo del primo giorno di corso, altri dopo la prima pausa pranzo, altri ancora che sono apparsi e scomparsi nell’arco dei tre giorni, non riuscendo a totalizzare più di quattro ore complessive di attenzione, vera o presunta).

Secondo me il segreto del loro successo è stata dunque la “capacità di comunicare”.  Gli stretti contenuti avrebbero potuto essere materialmente maneggiati da una decina di partecipanti al corso (solo due dei quali assiduamente presenti) il resto degli uditori erano più che altro destinatari dei dei “meccanismi” veicolati dalla formazione e non dalla sua diretta applicazione. Eppure hanno seguito, lo hanno fatto con attenzione, spesso andando oltre lo stretto orario di servizio.

Il segreto del successo di  Raffaella, Davide e Marta credo che stia nella passione per i loro lavoro e in una simpatia autentica e non costruita a tavolino per compiacere l’uditorio.

Un piccolo aneddoto: poco prima della lezione mi sono trovato a chiacchierare con Davide che mi ha sottolineato con piacere di aver visto scendere dal treno dei ragazzi vestiti con un’inappuntabile giacca e cravatta per andare al liceo. Gli ho liberamente manifestato il mio dissenso nei confronti di un abbigliamento formale, se non in un limitato numero di circostanze (le reciproche posizioni sull’argomento si sarebbero potute riassumere in una fotografia),  in ogni caso rassicurandolo sul fatto che al liceo i ragazzi vanno ancora coi jeans (lo so perché ho una figlia che lo frequenta) e che quelli erano gli studenti, in divisa d’ordinanza, della scuola alberghiera!

Comunque non avrei scritto questo post sui “bocconiani simpatici”, se non ne avessi incontrato oggi un altro, in tutt’altro contesto, sulla rete, in un articolo dal titolo “Sapessi com’è strano frequentare un nido a Milano” apparso sul quotidiano economico on line “La voce”.

Scoprirete perché leggendolo.  Io posso dirvelo solo nel linguaggio “gergale” che ho imparato durante la formazione: “Se il Comune avesse approntato degli strumenti di misura della performance organizzativa in grado di rilevare non l’output ma l’outcome, avrebbe potuto accorgersi dell’inadeguatezza della propria offerta, Michele con il suo post ha dato voice ai destinatari del servizio”.

E comunque è proprio vero che “il pesce puzza sempre dalla testa”, basta andare a grattare sotto il curriculum del dirigente responsabile del settore come hanno fatto nel loro libro “Milano da morire” i giornalisti Offeddu e Sansa.

Annunci

2 Risposte to “I “BOCCONIANI” MI STANNO SIMPATICI”

  1. Marco Brondolo 7 ottobre 2010 a 07:33 #

    Concordo con la tua valutazione. Ho scoperto di essere d’accordo con i Bocconiani! Mi devo preoccupare ?

    • Cirano 7 ottobre 2010 a 12:06 #

      Direi di no, tranquillo, non è una malattia!
      🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: