Térun e Négher

11 Gen

Per ritrovare l'”Unità nazionale” nel razzismo basta cambiare il destinatario della violenza collettiva, non più il “térun” ma il “négher”, questa è la via maestra per trasformare un partito “del nord” in un partito nazionale.

A Rosarno un paese senza istituzioni (il comune è commissariato per mafia) e senza Stato, dove la camorra la fa da padrona è in corso la rivolta di Spartacus.

Sono decine di miglia gli “Zombie” africani che si spostano al Sud per uno stipendio da fame in condizioni igieniche da paura, passando dalla raccolta del pomodoro in Campania, a quella dell’uva in Puglia a quella delle Arance in Calabria. Si muovono alla spicciolata, non visti da alcuno, per concentrarsi in branchi al soldo delle mafie che comandano un’economia sommersa e illegale.

Fanno, in condizioni da schiavi, lavori che non vuole fare più nessuno, perché sono sottopagati, senza regole, senza tutele, in altre parole illegali.  Poi, ogni tanto qualche nero “esagera”, perde di “docilità”, non la prende bene che gli sparino addosso. E’ accaduto ieri a Castel Volturno, oggi a Rosarno ad  opera della camorra e della ‘ndrangheta, allora è “rivolta di popolo”, caccia al “negro” non si sa quanto spontanea o quanto sobillata dai capibastone locali per liberarsi degli schiavi indisciplinati.

Lo Stato, fino a ieri estraneo alle regole, interviene con una “Task force”, Spartacus è sconfitto, ritorna la pace del malaffare e nella “caccia al negro” si ritrova l'”Unità nazionale” della vergogna!

ARTICOLO DI Gianantonio Stella su “Il Corriere” (molto bello)

VIDEO

Come vivono li “schiavi” di Rosarno

Rosarno, voci di cittadini e immigrati

Annunci

2 Risposte to “Térun e Négher”

  1. pescesenzabicicletta 11 gennaio 2010 a 10:58 #

    Che commenti da fare, se non lo sdegno più totale?
    Solo il nostro emerito ministro dell’Inferno può dare tutta la colpa ai ‘clandestini’ evitando anche solo di citare la criminalità organizzata che è il vero vincitore di tutta questa faccenda….
    Le uniche voci di opposizione sono quelle dei Parroci della zona!
    Vergogna, vergogna, vergogna!

  2. danysweet 11 gennaio 2010 a 17:27 #

    Mi associo vergogna!!!! Non ci sono parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: