Napoleone (la sua concezione dell’amministrazione) sbarca in Sicilia

31 Lug

La notizia, apparsa sul “Sole 24 ore” di mercoledì, è di quelle che colpiscono: “Modello ENA per i dirigenti siciliani“. Ma per comprenderne appieno il significato e la portata bisogna sapere due cose, la prima è cos’è, l’ENA e la  seconda è come è composta la dirigenza siciliana.

La sigla ENA vuole dire Ecole nationale d’administration è un’istituzione prestigiosissima in Francia e conosciuta in tutto il mondo, voluta nel 1945 da Charles De Gaulle (ma il cui modello va rinvenuto nel solido impianto amministrativodi stampo napoleonico) per formare la nuova classe dirigente del Paese. All’ENA si accede attraverso una rigida selezione meritocratica (mediamente solo il 3 per cento delle candidature si trasformano in accessi alla scuola); tra gli obiettivi dell’ENA vi è infatti quello di formare una dirigenza con fortibasi gestionali a livello centrale fondata unicamente su criteri  orientati al merito ed alle competenze (una reazione alla deriva cooptativa operata dal governo collaborazionista di Vichy).

Per capire invece cos’è la Pubblica Amministrazione siciliana, invece, può essere utile un articolo apparso sul “Il Corriere” a firma di Gian Antonio Stella il 28 aprile scorso. Nel pezzo si traccia un quadro impietoso della dirigenza del nostro Paese partendo proprio da un episodio di ennesimo spreco proveniente dall’isola. Per i dettagli vi rimando al pezzo, intitolato “Ecco cinquecento dirigenti in più per la Regione siciliana” nel quale si legge che la Regione Sicilia ha, solo nel settore dei Beni Culturali, 770 dirigenti, il triplo dell’intero parco dirigenziale della Regione Lombardia! Racconta Gian Antonio Stella che con la nuova infornata si passerà da un rapporto di un “colonnello” ogni 8,4 “soldati semplici” a uno ogni 5 circa!

A proposito di questo proliferare di alti graduati che ricorda tanto le “Repubbliche delle banane” del Centro America ecco cosa scriveva la  sezione siciliana della Corte dei Conti nel suo rapporto del 2008: «I dipendenti a carico del bilancio regionale raggiungono la notevole cifra di 21.104 unità (erano 20.781 nel 2006), di cui 2.320 dirigenti (erano 2.150 nel 2005, anno a cui risale l’ ultimo rilevamento nazionale pubblicato in tabella), con un rapporto di un dirigente ogni 8,4 dipendenti. Il confronto con altre realtà regionali è improponibile sol che si consideri che in Sicilia vi è un dipendente ogni 239 abitanti, in Lombardia uno ogni 2.500 lombardi»

Per giustificarsi in questi casi si tira sempre fuori il caso della peculiarità e dell’autonomia del territorio siciliano; non si capisce allora come mai il modello formativo scelto sia il più centralista in assoluto a livello europeo, quando non mondiale! Quello, pur prestigioso, dell’ENA francese. Un modello che, con l’avvento dell’era Sarkozy,  pare essere entrato in crisi nella sua stessa terra d’origine.

Insomma “importare” un modello formativo che si fonda su assunto esclusivamente meritocratico nel paese dei favori e delle clientele sarebbe come fa indossare agli “umarells” bolognesi una maglia con la scritta “The doctor” e una cappellino con il numero 46, fissare con le mollette una cartolina tra i raggi della bicicletta e farci credere che sono Valentino Rossi!

Allora, vuoi vedere che anche con i modelli formativi in difficoltà si fa come le linee di produzione obsolete: le si esporta nei paesi del “terzo mondo”. Me li vedo già centinaia di dirigenti siciliani affollare le linee aeree Palermo-Parigi e tornare con le loro belle “Tour Eiffel” nella boccia con la neve!

Se le cose stessero così, tanto di cappello al direttore delle relazioni internazionali dell’ENA, Philippe Bastelica! E poi ci si chiede come mai la Francia abbia superato di gran lunga l’Italia per flussi turistici!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: